La premiazione del 2° Concorso di Poesia “Vittorio Butera” a Decollatura

La premiazione del 2° Concorso di Poesia “Vittorio Butera” a Decollatura

 

Ieri 29 settembre ’13, nella Sala Consiliare del Comune di Decollatura, alla presenza di un folto pubblico, si è svolta la premiazione del 2° Concorso Regionale di Poesia Dialettale intitolato a Vittorio Butera e dedicato quest’anno a Michele Pane.

 

Locandina Premiazione 2° Concorso

Locandina Premiazione 2° Concorso V. Butera

A fare gli onori di casa il Sindaco di Decollatura dott.ssa Anna Maria Cardamone che ha ringraziato tutti per la partecipazione e ha portato anche il saluto del suo collega Sindaco di Conflenti, dott. Giovanni Paola, che non ha potuto presenziare personalmente alla manifestazione.

Laura Folino, Anna Maria cardamone, Vittoria Butera

Laura Folino, Anna Maria Cardamone e Vittoria Butera

La Presidente dell’Associazione «Confluentes» Laura Folino ha dato il via alla manifestazione presentando un video con le immagini della prima edizione del concorso e della prima serata di questa seconda edizione svoltasi a Conflenti il 21 agosto.

Poi c’è stata la lettura della poesia Pinne mastre che Vittorio Butera aveva composto in onore di Michele Pane e che è stata inserita nella scaletta dei brani da proporre quale simbolo del forte legame tra i due poeti.

Maria Teresa Sacco e Giovanni Isabella

Maria Teresa Sacco e Giovanni Isabella

La prof.ssa Maria Teresa Sacco, in rappresentanza del Parco Letterario Storico Paesaggistico di Adami che ha attivamente collaborato alla manifestazione, ha tracciato un breve profilo delle attività svolte dall’Associazione e della “mission”, cioè degli obiettivi che persegue nelle sue azioni. Durante l’intervento c’è stata la proiezione di immagini da me preparate sulle attività del Parco e che propongo qui di seguito (attivare l’apposito pulsante in basso a sinistra per la visualizzazione a schermo intero):

E’ seguito poi il mio intervento dal titolo: «Michele Pane e Vittorio Butera: una storia di amicizia e poesia» in cui ho evidenziato i parallelismi tra le vicende biografiche di Michele Pane e Vittorio Butera.

Giuseppe Musolino durante il suo intervento

Giuseppe Musolino durante il suo intervento

In effetti, con sorpresa anche dei presenti, si è evidenziato come tra le storie dei due poeti ci siano degli insospettabili parallelismi. A distanza di poco tempo nascono, hanno una formazione per molti versi confrontabile, iniziano a produrre poesie, si sposano. Anche il loro destino finale appare simile poiché entrambi riposano in città molto lontane dai luoghi d’origine. Queste sono le immagini che ho proposto:

Sono seguite ancora letture di poesie di Vittorio Butera e Michele Pane: Tannu e mmò, Tora, Natale, ‘A staffetta, ‘U focularu, Ninna nanna, A mia figlia Libertà, Lucciole, Mala furtuna, ‘A gallina e ra nniana lette da Maria Teresa Roperti, Anna Marotta Adamo, Ennio Adamo, Giancarlo Villella, Domenico Adamo, Maria Costanzo Adamo, Alessandro Audino, Emanuele Mastroianni.

Il prof. Giovanni Isabella ha poi svolto il suo intervento parlando di Vittorio Butera e declamando in autentico conflentese alcune delle poesie più belle e conosciute del poeta suo conterraneo. Il professore ha sottolineato l’acume e l’ironia di Butera così come emergono da alcuni sferzanti versi sulle debolezze umane dei personaggi del tempo ma che sarebbero attuali ancora oggi.

La scrittrice prof.ssa Vittoria Butera ha presentato il volume fresco di stampa sugli inediti di Vittorio Butera (Conflenti e Conflentesi, ed. Città del Sole, 2013). «Non tutto il contenuto del volume è inedito, poichè ho voluto raccogliere parte delle opere di Vittorio Butera per tematiche, integrando quanto già noto con altri componimenti che non erano mai stati pubblicati» ha spiegato l’autrice. Le tematiche scelte, e che formano le sezioni in cui è diviso il libro, sono: il linguaggio conflentese, i conflentesi, i ricordi, le usanze, gli scorci paesaggistici, le parabule cujjintare. Di alcune di queste poesie è stata anche proposta la lettura.

Vittoria Butera durante il suo intervento

Vittoria Butera

 

Conflenti e Conflentesi

Tra il pubblico, invitato speciale, c’era anche lo scrittore cosentino Ciccio De Rose, vincitore della passata edizione del Concorso, che ha voluto salutare il pubblico proponendo la lettura di due suoi componimenti, molto apprezzati e applauditi, aventi per tema due tematiche di grande attualità: la violenza sulle donne e la condizione degli anziani.

E’ seguita poi la cerimonia di premiazione dei poeti vincitori di questa seconda edizione:

  • 1° Classificato Pasqualino Virginio Mastroianni con “U viantu e ru Piru
  • 2° Classificato Paolo La Cava con “Tienimi ra manu
  • 3° Classificato Antonio De Marco con “A spiaggia di ricchi e chilla di poveri

Al primo e al terzo classificato (il secondo era impossibilitato a intervenire) il premio è stato consegnato rispettivamente dal Sindaco di Decollatura e da Maria Luisa Rizzo, nipote di Vittorio Butera.

Il Sindaco Anna Maria Cardamone premia Pasqualino Virginio Mastroianni

Il Sindaco Anna Maria Cardamone premia Pasqualino Virginio Mastroianni

Maria Luisa Rizzo premia Antonio De Marco

Maria Luisa Rizzo premia Antonio De Marco

E poi la foto ricordo:

Foto di gruppo

Foto di gruppo

Infine, dopo i saluti e i ringraziamenti, il buffet offerto dall’Associazione Confluentes e un arrivederci alla prossima edizione.

Per vedere tutte le foto della manifestazione vai alla PhotoGallery dedicata all’evento.

Giuseppe Musolino, 30 settembre 2013.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prima di inviare, compila correttamente il campo Capcha *